SHARING ECONOMY

Sharing economy

Per scegliere cosa e come condividere esistono numerose piattaforme collaborative sul web che spaziano dall’affitto di appartamenti, allo scambio e vendita di beni, alla condivisione di conoscenze e competenze, servizi (come i trasporti) e spazi. Si tratta di un fenomeno decisamente in crescita, basti pensare che solo in Italia nel 2014 tre milioni di persone hanno scelto di comprare o vendere servizi e prodotti attraverso le attuali 138 piattaforme di sharing online. Sono numerosi i benefici che derivano dalla condivisione di beni, sia in termini economici sia relativi alle ricadute sull’ambiente. La sharing economy, inoltre, offre reali potenzialità per dar vita a nuove politiche di sviluppo, di aumento dell’occupazione e di incentivazione di nuovi servizi. Senza contare che il cittadino diventa a tutti gli effetti coprotagonista, soggetto attivo del cambiamento e della new economy. Ma non sempre, oggi, il consumatore è consapevole dei propri diritti e dei propri doveri nell’utilizzo di questi servizi tramite le nuove tecnologie. Per questa ragione la sharing economy richiede acquirenti più responsabili e attenti visto che si agisce in un contesto ancora non sufficientemente normato, che in alcuni casi può causare contrasti sociali tra le categorie produttive e incentivare la diffidenza nei confronti di questo nuovo modello economico.

Sharing economy

INFOGRAFICA

Web Agency Milano

user experience design